Ecco cosa scrivono di me, nei ringraziamenti, gli autori

Se sono arrivata ai ringraziamenti lo devo a più di una persona (...)
Silvia Pillin, che con i suoi preziosi consigli mi ha aiutato a capire cosa funzionava di meno e dove migliorare il romanzo.

gli-effetti-collaterali-delle-fiabe

dopotutto

Grazie a Silvia Pillin, per la pazienza e i tanti suggerimenti tecnici relativi all'impaginazione e formattazione del libro. Mi auguro che soddisfi i giusti e alti standard che, secondo lei e secondo me, anche un libro "self-published" deve soddisfare, per rispetto del lettore. Inutile dire che qualsiasi imperfezione è da attribuirsi solo a me.


E subito dopo la cover iniziano le parole, UN MILIONE DI BATTUTE, come mi ha ripetuto sconvolta Silvia Pillin, che le ha passate in rassegna una a una, a velocità supersonica, per dare a questo romanzo la forma corretta. Lei è dotata del terzo occhio, quello che le fa scovare non solo gli orrori di battitura o grammaticali, ma anche i quattro puntini dove dovrebbero essercene tre, i due spazi dove dovrebbe essercene uno. Il mondo dell'editoria sta cambiando, se in bene o in male non so, ma so che nel mirabile mondo nuovo ci sarà bisogno di figure professionali e competenti come Silvia. Scrittrice, editor, blogger, asociale in modo selettivo, Silvia è la bacchettata che tutti dovremmo ricevere sulle nocche più e più volte mentre scriviamo. A lei vanno i miei ringraziamenti, a voi il consiglio di avvalervi di lei - e di mandarle sempre baci e abbracci, perché lo adora.

cop-glitch

cop-anche-senza

A Silvia Pillin, paziente, comprensiva e severa il giusto, straordinaria professionista, angelo revisore dei miei strafalcioni a confronto coi quali il commissario Del Buono potrebbe a buon diritto appartenere all'Accademia della Crusca. Qualcuno, forse, sono riuscito a salvarlo, ma solo per farle un dispetto.


Mi sento in dovere di ringraziare Silvia Pillin che si è prestata a farmi da correttrice di bozze. Grazie a lei ho potuto ripubblicare il romanzo eliminando tutta una serie di refusi che, ahimè, mi erano sfuggiti.

cop-questione-di-gusto